English

Bando agevolazioni 'MARCHI+2'

il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato 2,8 milioni di euro per agevolare le piccole-medie imprese (PMI) che abbiano depositato uno o più marchi d'impresa - comunitari e/o internazionali:
- con spese già sostenute a partire dal 1 febbraio 2015;
- con spese che saranno sostenute (entro l’esaurimento delle risorse stanziate)


Si definiscono PMI le imprese che rispettino entrambi i seguenti requisiti:
A) abbiano meno di 250 occupati;
B) abbiano un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro, oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro.


Attenzione alle aziende partecipate oltre il 25%.


Saranno prese in considerazione le domande delle PMI che, in possesso dei requisiti previsti dal bando, abbiano sostenuto spese relative a:
- Progettazione grafica del nuovo marchio (se internazionale, solo se la domanda di estensione è depositata entro 6 mesi dal deposito della domanda base);
- Assistenza per il deposito;
- Ricerche di anteriorità;
- Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in caso di opposizione/rifiuto/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione;
- Tasse di deposito presso l'UAMI e/o l'OMPI.


L'importo totale massimo agevolabile varia da € 6.000 a € 8.000 per singolo marchio, nella percentuale dell'80% delle spese ammissibili (90% nel caso di deposito internazionale che comprenda USA e/o CINA). Le agevolazioni saranno assegnate tramite procedura valutativa a sportello, secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande, sino ad esaurimento delle risorse stanziate.


Il testo del bando e i moduli di presentazione della domanda, che raccomandiamo di leggere attentamente, sono consultabili e scaricabili all'indirizzo www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/marchi .


La procedura di presentazione della domanda di agevolazione sarà attiva sul sito www.marchipiu2.it a partire dalle ore 9.00 del 1 febbraio 2016.


Chiunque intendesse partecipare al bando, è pregato di contattare Mondial Marchi il prima possibile (e comunque con un congruo termine prima della presentazione della domanda di agevolazione), affinché possa fornire tutta la documentazione attinente ai depositi di marchi comunitari ed internazionali, che dovrà essere allegata dal richiedente alla domanda di agevolazione. E’ consigliato inoltre consultare il proprio commercialista per chiarire eventuali dubbi sui requisiti come PMI ed altri richiesti nel bando.